Guccione vince in Plenaria al Consiglio di Stato per Autostrade Valdostane

Claudio Guccione nell’assistere insieme a Umberto Giardini e Manuela Sanvido la SAV-Società Autostrade Valdostane S.p.A. in Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato, contro il ricorso di Safital , assistita da Andrea Manzi e Claudio De Portu, nel contesto di una gara d’appalto  che vede come aggiudicataria e controinteressata la Mattioda Pierino & Figli S.p.A., difesa da Gianluigi Pellegrino  e Claudio Piacentini , ha ottenuto una importante sentenza, la Ad. Plen. n.2/2018. Il Consiglio di Stato, dopo aver chiarito che nella precedente Adunanza Plenaria 9/2015 non aveva inteso definire l’intera controversia ma solo enunciare un principio di diritto con la remissione per il resto alla Sezione remittente, ha ulteriormente chiarito che al suddetto principio di diritto non può essere riconosciuta l’autorità di cosa giudicata e che l’attività di contestualizzazione del principio di diritto enunciato in relazione al caso concreto spetta alla Sezione cui è rimessa la decisione del ricorso. La sentenza è scaturita nel contesto di un giudizio revocatorio avverso la sentenza del Consiglio di Stato n.1448/2016 che la Quarta Sezione aveva per l’appunto reso a seguito dei principi di diritto enunciati dalla precedente Adunanza Plenaria 9/2015 sui temi del cosiddetto “subappalto necessario” e della indicazione in sede di offerta degli oneri per la sicurezza